h1

Monica Setta a Domenica In Politica ha sempre la marchetta pronta.

1 febbraio 2009, domenica


Sarebbe la prima volta che vedo Monica Setta a Domenica In Politica (parte di Domenica Insieme) e non la trovo sfacciatamente di parte.
Sarebbe.

Insomma, sì, ogni tanto invece di fare una domanda lineare ci dona uno dei suoi preamboli che non c’entrano niente e che attribuiscono i problemi dell’Italia solo alla crisi internazionale o al passato, oppure mette in luce ammirandoli i grandi sforzi del governo.
Oggi, domenica 1 febbraio, l’ha fatto solo una volta, però.
Si è contenuta, no?

Tuttavia c’era qualcosa che mi disturbava.
Alle prime non capivo.
Poi mi accorgo che il Silvio era in tv.

Cioè, non lui: una sua dichiarazione di non so quando e il suo nome.
Avete presente i titoli scorrevoli modello CNN, Al Jazeera e Tg2? Ecco. Oggi c’era una dichiarazione che Monica Setta non poteva celare agli italiani. E allora ha pensato di farla scorrere in loop semicontinuo per circa il 30% della trasmissione.

In pratica sono stato costretto a leggere per una quindicina di minuti questa frase:

60 giorni per superare la crisi? Il premier Silvio Berlusconi: “Tutti insieme ce la faremo”.

Forse non avete presente quanto possa essere assurda questa cosa. Ho buttato lì un 30% di loop, ma potrebbe essere benissimo di più. Era davvero ossessiva.
Mi chiedo se ciò sia normale.

Insomma, non era necessario, non apparteneva alla categoria breaking news e non la si stava commentando.

Milioni di italiani si sono involontariamente e immotivatamente letti – per molti minuti, una domenica pomeriggio su Raiuno – l’invito del premier Silvio Berlusconi (epiteto, nome e cognome) a non rompere le uova nel paniere, magari a non seguire l’invito allo sciopero generale della Cgil, e a non mettere i bastoni fra le ruote.
A starsene buoni e calmi. Ad avere pazienza.
A seguire la linea Cisl-Uil. A piegarsi a come viene gestita per loro la crisi.
Certamente a non criticare il Governo, ché bisogna stare “tutti insieme” perlomeno per i prossimi due mesi.

Allora, fiducia a te, reo Silvio.
La prenderemo in quel posto, sì, però silenziosamente.
Poi si vedrà.

di marco dewey

Annunci

8 commenti

  1. […] Continua… […]


  2. Ormai è sempre la solita storia.

    Tutti i programmi, dico tutti , dalla Rai a Mediaset, fino alle Tv locali sono proni al potere.

    Non guardo più nulla se non qualche programma decente di satira e di informazione e qualche film su LA7.
    Se anche mi capitasse di pigiare il tasto del telecomando e sintonizzarmi su qualche porcata, mantengo un distacco ironico e divertito.
    Preferisco occupare il mio tempo facendo delle cose concrete per me, per le persone che amo e per il mio futuro.
    Penso di essere arrivata ad un livello assuefazione e rassegnazione senza ritorno!

    Saluti!
    Buona serata


  3. con tutta la fatica del caso, non riesco a capirti.
    Ma come diavolo fai a vedere certi programmi?
    che ti aspetti da loro? Cosa ne puoi trarre?
    non dirmi……giusto per tenermi informato xche’ altrimenti esplodo !

    ok scusa lo sfogo
    buona serata


  4. No. Decisamente non per tenermi informato sulla situazione.
    Però se ho la tv accesa sullo sfondo, raidue proprio no. Non riesco a sopportare la risatina finto trattenuta, ma ipocrita, della Ventura. Hai presente?

    Ogni tanto capita che guardo Domenica In per vedere a che punto sono arrivati con la propaganda.

    Oggi più semplicemente sono stato attratto dai ragli schifosi di una donna di Guidonia negli ultimi minuti de L’Arena di Giletti.
    E per pigrizia non ho cambiato.


  5. Ma un film su italia uno no?? So che detesti il premier ma almeno ti risparmi i mess subliminali di rai due!!


  6. ops.. rai uno …of course…


  7. […] di  Beppe Grillo nella classifica di Forbes e a promemoriare lo spettacolo di Marco Travaglio e le performances di Monica Setta a Domenica In. Per i blogger è sempre – e non a torto – il momento giusto per indignarsi: quale […]


  8. […] lacchè senza scrupoli come si è permessa di fare la parte della timorata di Dio!? Si può essere più ipocriti? Il […]



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: