h1

Chi immagina il “Punto di vista” del TG2 se va in scena un Craxi vs. Berlinguer?

24 gennaio 2009, sabato


Finisco di vedere credo l’ultima puntata di questa serie di Desperate Housewives, compiango la fine del personaggio della splendida attrice Justine Bateman che interpretava fino a venti anni fa Mallory Keaton in Casa Keaton, esclamo fra me e me un “Oh porc…” per un ultimo colpo di scena e per pigrizia me ne rimango a vedere la pubblicità prima di D’Alema a Malpensa, Italia.
E invece c’era lo spesso disturbante Tg2 Punto di vista.
Stasera davvero insopportabile.

In apertura una scheda ci presenta un Berlinguer filo sovietico, come se lo strappo del 1976 non fosse avvenuto, e si insiste sull’intervista concessa a Scalfari in risposta a un articolo di Craxi, intervista in cui si dice rivendichi la matrice marxista-leninista et voilà, il vetero-comunista è servito.
La stessa scheda ci racconta un Craxi sostenitore del socialismo liberale – praticamente l’inventore italiano -, e grande statista.
Nient’altro.

Si ritorna in studio e la conduttrice Daniela Vergara pone un quesito ai due politici ospiti, l’onorevole Cicchitto (ex socialista) e l’attuale segretario del PSI, Riccardo Nencini.

Una domanda che suona come un: “Per la storia, chi ha vinto dei due?”.
Beh, la loro faccia diceva tutto ancor prima di rispondere. Quasi un “A’ Daniè, ma stai a scherzà?”. Semplice, le loro parole poi ci chiariranno, il vincitore per la storia è Bettino Craxi, portatore di un socialismo in cui l’individuo non è sacrificato, eppure un socialismo solidale e portatore di istanze libertarie. Un genio. Un giusto.
Berlinguer era comunista, leninista, il comunismo ha perso, quindi anche lui ha perso rispetto a Bettino.
Sillogismo illogico. Non c’è che dire.

La contesa è bella che finita qua. In due minuti un massacro.
L’ultima domanda è un pro forma.
Serve a dimostrare al pubblico che è stata garantita l’imparzialità degli ospiti. Uno, infatti, crede che l’eredità delle idee di Craxi sia più presente nel centro-sinistra e l’altro nel centro-destra.

Voi penserete: cosa ti aspetti? La degna prosecuzione della puntata-santuario di Porta a porta su Craxi.
Puntata-monstre praticamente senza contraddittorio.
Eh sì, ho capito, ma io a queste schifezze ancora non mi ci sono abituato.

Qui tutto è dimenticato. La devastazione senza precedenti dei conti dello Stato che ha causato quell’uomo è quasi indicibile, irripetibile.
Dal 1983 al 1987, anni in cui è stato Presidente del Consiglio, siamo passati dal 73% al 92% come rapporto fra debito pubblico e Pil.
Come non bastasse, lo squallore etico diffuso nel Partito Socialista Italiano di quegli anni lo conosciamo tutti, e sebbene stiano cercando in ogni modo di insabbiarne il ricordo, rimane lì, nella storia.
Non si aspettino che la loro cronaca imposta riuscirà a sopravvivere alla morte di alcuni di loro. Di uno di loro.

Enrico Berlinguer non ha macchie sotto questo e mille altri lati, invece. Si è distinto in senso diametralmente opposto, piuttosto. Una personalità specchiata che ha un nome e aveva un progetto politico credibile e maturo, a cui avrei messo e metterei la firma pure ora, da liberale democratico molto di sinistra e assolutamente non comunista.
Dell’Eurocomunismo, della Terza via, della rottura col PCUS non si parla. Dimenticato.

Il grande vincitore Craxi, l’uomo di Stato Craxi – al contrario, quali che siano state le sue responsabilità -, è morto da latitante, ché in sfregio a tutto il Popolo Italiano ha deciso di non consegnarsi a un giudizio in Suo nome.
Dal “punto di vista” del Tg2, evidentemente, nemmeno questa cosa sono riusciti a vedere.
Boh! Saranno stati impallati.

Un abbraccio, Enrico.

di marco dewey

Annunci

4 commenti

  1. Di recente la beatificazione di Santin… pardon, Bettino Craxi è passata anche per un’imperdibile puntata di TERRA, “il settimanale del Tg5”. Nel corso di quella magistrale oretta di giornalismo televisivo, il revisionismo su Tangentopoli assumeva toni epici; e la latitan… ari-pardon, l’esilio di Bettino Craxi, toni struggenti. Ti giuro: non solo mi sono (quasi) commosso, ma ad un certo punto mi è venuto l’istinto di uscir di casa per andare a piazzare una bomba sotto quella di Di Pietro! 😀
    Che vuoi farci, marco? Questo è un paese così… 😉


  2. dire che Berlinguer era filo-sovietico sarebbe già una nefandezza da parte di Berlusconi. Figuriamoci che cosa ignobile e indegna da parte del “servizio pubblico”, piegato da anni al volere del nano autoreferente SB (Selbst-Berluskaz).


  3. Ciao a tutti,volevo solo dire che il filosovietico del P.C.I. non era certo Berlinguer, ma Cossutta come tutti ben saprete: Io c’ero là al Congresso regionale ligure quando arrivò un telegramma dallA FEDERAZIONE NAZIONALE, CHE DICEVA CHE ERA AVVENUTA LA ROTTURA TRA p.c.i. e Russia, Cossutta si alzò indignato e infuriato e se ne andò, da lì incominciò la sua strada da solo da buon filosovietico e non servì più a nulla.

    Grazie Compagno Enrico.


  4. Io so solo che Craxi, condannato per tante cose, un giorno in parlamento disse: “alzi la mano chi di voi non …..” e nessuno la alzò.
    A casa mia tutti gli altri mancano all’appello dei processati e condannati, invece in italia i pochi che hanno pagato per reati non certo di poco conto sono diventati vittime se non martiri.
    E’ come dire che Riina è vittima della giustizia visto che quasi tutti i boss mafiosi sono ancora in libertà.
    Non passerà molto tempo e vedremo i monumenti a Craxi intanto dobbiamo rivederci De Michelis e Martelli dare lezioni di democrazia; se gli italiani glielo permettono, è giusto così.
    La verità di fondo è che abbiamo perso e la storia non dà mai ragione a chi perde.
    Resta il rammarico per il fatto che, se le nostre idee avessero vinto, forse il mondo sarebbe andato da tutt’altra parte. Ma è una ipotesi destinata a rimanere senza riscontro.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: