h1

Tre commenti ad articoli di Flores d’Arcais e Giulietti su Micromega online

2 ottobre 2008, giovedì


Caro Flores d’Arcais, molto semplicemente mi deludono profondamente le sue critiche a Veltroni. Un conto è non gradire i modi e i tempi delle sue esternazioni contro B, un conto è invece presupporre che lui stia affermando certe cose per pura convenienza politica e non perché ci crede. A mio avviso, è tutto il suo operare iniziale in funzione del dialogo (perché in politica si deve cercare il dialogo all’inizio) anche con uno come Berlusconi che pesa a Veltroni. E si trattiene tutto il tempo, e non esagera, perché ogni sua alzata di scudi sarebbe facilmente sfruttata dal megamonopolio informativo, dalle urla gracchianti di un Gasparri o di un Cicchitto qualunque. E invece no, lui si comporta da statista. Spiace vedere che uno come lei, che ho sempre apprezzato tanto, non comprenda tutto questo. Non immagino cosa avrebbe scritto se una volta sbottato non lo avesse fatto con questa forza!

dottormaso mi risponde:

carissimo , con la sua logica ” se walter alza il tiro gasparri e cicchitto……” magari non si disturba e si può finalmente ” DIALOGARE ” . Ma cosa vuole dialogare con questi eversivi piduisti mafio-clerico-fascisti ? sulla tv ? riscrivendo la storia ? oppure per dirla con Violante repubblichini e partigiani avevano pari dignità , rispettiamo tutti i morti , oppure ancora, cito Violante, temi della Giustizia ? e la libertà d’informazione? oppure sul fatto che la Laicità stà oltre tutte le fedi e religioni ? o sull’indulto ? o sull’immigrazione , clandestinità,prostituzione ? IDEA : dialoghiamo sulle bancarotte d’Italia , tutte ? meglio dialogare su come quotidianamente si perdono diritti nei luoghi di lavoro ? ECCO : la Costituzione !!!! è l’ora , non le sembra ? anche il degrado delle città non è male . Ma che Veltroni venga a dialogare nelle Fabbriche , negli uffici e nei call center oppure nei centri commerciali , con i commessi ma vada il sabato e la domenica che loro stanno lì.

Non discuto le sue ragioni, ma ci sono tempi e modi.
Si dialoga perché bisogna dialogare pure con questa gentaglia.
In un paese normale, la rottura con questo tipo di classe politica che commette questo tipo di abusi, andrebbe trattato con la forza che lei/voi dite. Ma qui, ogni cosa viene legittimata, smentita, dimenticata, superata e obnubilata dal vociare del pensiero unico.
Veltroni doveva aspettare, quantomeno i primi mesi per dire le cose gravi che ora ha detto.
E’ un immenso statista, che ha un progetto credibile di Italia.
Preferirei che da sinistra lo consigliassimo, piuttosto che attaccarlo ad ogni tempo e modo non rispettato.
Si vince se non si terrorizza il centro. Dalla sinistra ci si aspetta un moto di comprensione, perché, beh, “ça va sans dir”!

* * * * * * * * * * * *
Bravo, caro Giulietti, davvero. Il suo articolo mi rinfranca.
C’è un gioco al ribasso dei blog anticonformisti, “liberi”, che hanno individuato nel PD il loro obiettivo.
Niente sembra più a loro scontato che ripetere le critiche, articoli che sentono di avere già scritto contro Berlusconi, e allora pensando di fare cosa positiva per la loro autostima “anticonformista”, compiono esercizio di stile contro Veltroni e il PD tutto.
Sinceramente non ne posso più.
Mi fale. Che Italia vogliono costoro? Che tipo di maggioranza immaginano?
Va bene stimolare i vertici, ma cercare le pagliuzze, azzardarsi in presunzioni gratuite di rilassatezza del PD, non va nel senso di un orizzonte politico comune di sconfitta del mostro berlusconiano.
La controcultura a destra ha monopolizzato le menti più semplici e legittimato le scorribande dei cinici e degli speculatori. Vogliamo convogliare le istanze degli anticonformisti contro il PD? Facciamo pure.
E poi vediamo a cosa porta questo atteggiamento di tensione critica continua e severa contro il PD nel 2013.

Concentriamoci sui giornalisti e sugli opinionisti, piuttosto.
E’ sulla coscienza di costoro che si gioca il nostro futuro.

di marco dewey

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: