h1

Gli indecisi si pentiranno

13 aprile 2008, domenica

L’affluenza è minore di quella record delle ultime votazioni. L’affluenza bassa di solito favorisce la sinistra, ma quest’anno eravamo probabilmente dietro di due-tre punti percentuali. Sono convinto che se Beppe Grillo semplicemente non fosse esistito il PD vincerebbe.

Se poi questa campagna elettorale fosse stata normale e con regole rispettate e con un po’ di democrazia vera, fatta di domande incalzanti, giornalisti scomodi, confronti fra i leaders e non con regole elettorali considerate carta straccia, giornalisti zerbini e uso personalistico, disinvolto e sfacciato delle proprie televisioni, ecco, il PD avrebbe stravinto. Nonostante i 15 anni di controcultura fascista e i 28 anni di controcultura pop televisiva.

Credo che rischiamo davvero tanto di scivolare nella dittatura viscida di personaggi senza scrupoli. Sono preoccupatissimo. I vari Bertinotti e Boselli invece sembrano sottostimare la situazione. E preoccupati solo di un paio di parlamentari in più non hanno esitato a fare campagna contro il PD. Ne renderanno conto alla gente di sinistra vera un giorno molto vicino. Queste persone meritano la loro fine politica.

Il divenire sempre più dittatura soft chiaramente non preoccupa Beppe Grillo, la sua funzione e i suoi affari continuerebbero a prosperare.
E il suo sito, che continua ad invitare i suoi lettori a votarlo su time.com, fungerebbe sempre più da catalizzatore del malcontento.

E così il delitto perfetto è servito. La metà degli operai, senza vera informazione, se non quella catastrofista di “Buona Domenica” voterà il mafioso Berlusconi e i fascisti e i leghisti razzisti. E il risultato sarà che perderemo del 2-3% (quanto vorrei sbagliarmi non potete capire!).

A meno che per qualche motivo gli indecisi su chi votare a sinistra non si siano voluti informare massivamente su internet. Tutti i loro mentori infatti hanno deciso. Votare compatti il PD, per il bene della democrazia.

Anche se, come scrivevo ieri: non è già più democrazia questa! Immaginate cosa ci aspetta!
Cito la conclusione dell’articolo del sempre splendido Furio Colombo, Falcone, Borsellino, Berlusconi, su l’Unità di oggi.

Questa è una storia che riguarda ciascuno di noi. Come il fascismo. E non c’è alcuna ragione di fingere che sia utile o anche solo possibile distrarsi. Si tratta di scegliere tra Falcone e, Borsellino da una parte e lo stalliere assassino Mangano dall’altra. Tra Veltroni che governerà con ragionevolezza un Paese secondo le normali tradizioni democratiche del mondo libero, e il “principale avversario” che non ci darà pace in nome dei propri esclusivi interessi, tra le istituzioni invase del Paese (compresa la Presidenza della Repubblica) e la volontà di possesso di ogni posto di comando del più celebre imputato d’Europa.
La domanda è: domani sera saremo al di sopra o al di sotto di ciò che il mondo attende (e teme) per il nostro destino?

di marco dewey

FATE GIRARE se vi pare. Per continuare a lottare fino all’ultimo, per non smettere di sognare, perché un giorno possiate guardare gli altri italiani con lo sguardo fiero! Voi avete fatto di tutto per impedire il fascismo in Italia nel Terzo Millennio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: